I canti della Messa

Segui le celebrazioni con i libretti per ogni sera


Tutto il mondo deve sapere”. 

Quante notizie, messaggi, immagini riceviamo e inviamo ogni giorno. Per dire cosa? Viviamo nell’era della comunicazione, cioè del “mettere in comune”, ma ci domandiamo cosa valga veramente la pena di essere messo in comune? Quando si mette in comune tutto, troppo, cosa lascia veramente il segno?
È nel silenzio di un mattino, il mattino di Pasqua, che risuona l’Alleluia e lascia il segno. Una notizia, una gioia che non si può trattenere, “tutto il mondo deve sapere”, è risorto, è qui con noi! Ma il vero segno lo lasciamo noi, con il nostro quotidiano, se andiamo oltre le parole ed è coi nostri gesti che comunichiamo, mettiamo in comune, l’esempio lasciato da Gesù. La gioia del nostro vivere, un gesto di attenzione verso chi ci sta vicino, un gesto di carità verso chi ha bisogno, una parola di speranza per chi fatica a capire che la salvezza è già qui, oggi!
Siamo già risorti ad una vita nuova. Tutto il mondo deve sapere.

Rit. Alleluia, alleluia, alleluia! (2 volte)

Come potrò raccontare
E’ una gioia che fa piangere e fa gridare
Io l’ho visto con i miei occhi
Era vivo, era Lui.

E m’ha chiamata per nome
Era la sua voce, era il mio Signore
Io l’ho visto con i miei occhi
Era lì davanti a me. Rit.

Torna all’indice

Foglietto.

Torna all’indice

Rit. Alleluia, alleluia! Alleluia, alleluia.

Oggi la chiesa di Cristo è in festa,
Cristo risorto vive con noi

Torna all’indice

Rit. Tu mi indicherai il sentiero della vita,
gioia piena nella tua presenza,
dolcezza senza fine.

Torna all’indice

Benedetto sei tu, Signore Dio
Creatore del cielo e della terra
Tu hai fatto ogni cosa molto buona
Per donarla all’umanità.

Ecco il pane, frutto della terra
Che offriamo a te da questo altare
Diverrà così nelle tue mani
Il divino Corpo di Gesù.

Ecco il vino, frutto della vite
Che offriamo a te da questo altare
Diverrà così nelle tue mani
Il divino Sangue di Gesù.

Rit. Benedetto nei secoli il Signore
Benedetto nei secoli il Signor.

Torna all’indice

Santo, santo, santo il Signore, Dio dell’universo.

I cieli e la terra
sono pieni della tua gloria.
Osanna, osanna, osanna nell’alto dei cieli.

Benedetto colui che viene
nel nome del Signore.
Osanna, osanna, osanna nell’alto dei cieli.

Torna all’indice

Rit. Il Tuo corpo ci sazierà,
il Tuo sangue ci salverà,
perché Signor, Tu sei morto per amore
e ti offri oggi per noi.

Torna all’indice

Rit. Come fuoco vivo si accende in noi
un’immensa felicità,
che mai più nessuno ci toglierà
perché Tu sei ritornato.
Chi potrà tacere, da ora in poi,
che sei Tu in cammino con noi.
Che la morte è vinta per sempre,
che ci hai ridonato la vita.

Spezzi il pane davanti a noi
mentre il sole è al tramonto:
ora gli occhi ti vedono,
sei Tu! Resta con noi. Rit.

E per sempre ti mostrerai
in quel gesto d’amore:
mani che ancora spezzano
pane d’eternità. Rit.

Rit. È risorto, è risorto!
L’universo è tutto un grido, alleluia, alleluia!
È risorto, grida il cuore!
È risorto il Signore, alleluia, alleluia!

Dal profondo della notte
rompe gli argini l’aurora
il suo amore vive ancora! Rit.

Ed è luce che dilaga
tra le lacrime di gioia.
Gloria, gloria al nostro Dio!
Gloria a Dio! Rit.

È risorto, alleluia!

Rit. Cristo è risorto veramente alleluia!
Gesù il vivente qui con noi resterà!
Cristo Gesù, Cristo Gesù è il Signore della vita!

Morte, dov’è la tua vittoria?
Paura non mi puoi far più
Se sulla croce io morirò insieme a Lui
Poi insieme a lui risorgerò. Rit.

Torna all’indice