Un “pieno di vita” per preado e ado in aprile!

Un “pieno di vita” per preado e ado in aprile!

Ecco il racconto di due importanti iniziative per i nostri gruppi preadolescenti e adolescenti nel mese scorso.

DL DAY – PREADOLESCENTI

Il 14 Aprile un bel gruppo di preadolescenti della nostra Comunità Pastorale ha preso il treno e ha raggiunto Chiari per vivere insieme ad altri tanti coetanei, provenienti da altra case salesiane, il “DL Day 2024” dal titolo “Una vita da campione”. È stata una giornata ambientata nel mondo delle Olimpiadi, tema che ha guidato l’innesco teatrale e tutti i giochi della giornata. I quasi 900 ragazzi e ragazze presenti si sono sfidati in diverse discipline sportive (calcio, pallavolo, frisbee, dodgeball, ecc …) come nelle vere competizioni olimpiche. Purtroppo non abbiamo portato a casa il primo premio, ma è stata comunque un’occasione unica per scoprire come si può essere “campioni” nella vita, arrivando a vivere la santità, sull’esempio di alcuni giovani santi come Domenico Savio e Laura Vicuña.

NOTTE BIANCA DELLA FEDE – ADOLESCENTI

«Se ti piangi addosso, la tua vita diventa un’inferno. Smettila di non dare senso alla tua vita, di dire: “Da grande farò…” Sei grande adesso! Ragazzo alzati, ragazza alzati!». Questo è l’invito che gli adolescenti di Turro e Gorla si sono sentiti fare dal Vescovo ausiliare Luca Raimondi, presente anch’egli alla “Notte bianca della fede”, l’iniziativa diocesana che si è svolta nel weekend fra sabato 20 e domenica 21 aprile, nel quale si è celebrata la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. All’evento sono stati invitati tutti i gruppi adolescenti degli oratori ambrosiani. Tappa di quest’anno è stata la città di Bergamo, e più precisamente Bergamo alta, percorsa in un cammino a tappe ricco di testimonianze (tra cui quella dei genitori di Giulia Gabrieli), esperienze spirituali e culturali. Una bella occasione per i nostri adolescenti per incontrare altri coetanei della diocesi di Milano al di fuori delle mura dei nostri oratori e riempire la propria vita dell’amicizia col Signore. Chi accoglie la presenza del Signore nella propria vita, infatti, ne diventa “pieno”, a tal punto da chiedere a Lui di orientare le proprie scelte e il proprio cammino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potresti leggere anche: