Concerto d’organo a S. Maria Assunta col M° Emanuele Vianelli

Concerto d’organo a S. Maria Assunta col M° Emanuele Vianelli

In occasione della recente revisione dell’organo “Costamagna” della chiesa di Santa Maria Assunta in Turro, tutta la comunità è invitata a partecipare all’importante rassegna di concerti organistici che vedranno alternarsi importanti protagonisti della scena italiana e internazionale organistica.

Orario di inizio 21:15 – INGRESSO LIBERO
Indirizzo: Piazza Privata Giacomo Anelli 4 – Milano

Mercoledì 24 gennaio 2024
M° Emanuele Vianelli

Milanese, cresciuto alla scuola del padre Lavinio, di Romana Grego (pianoforte) e di Enzo Corti (organo e composizione organistica), compiuti gli studi presso la Civica Scuola di Musica di Milano e il Conservatorio “Lucio Campiani” di Mantova, si è in seguito perfezionato presso il CNSM di Ginevra, sotto la guida di Lionel Rogg. Vincitore ai concorsi organistici nazionali di Cagliari (1986) e Noale (1987/88) ha parimenti seguito svariati corsi di perfezionamento con docenti quali Harald Vogel, André Isoir, Michael Radulescu e Carlo Stella, approfondendo particolarmente – dal 1985 al 1990 – il repertorio bachiano con Wilhelm Krumbach e la letteratura romantica e contemporanea con Arturo Sacchetti. Svolge intensa attività concertistica in tutta Europa ed è titolare delle cattedre di Organo e di Teoria e Lettura musicale presso il Civico Liceo Musicale “Riccardo Malipiero” di Varese, oltre che maestro collaboratore presso la “Scuola dei Fanciulli Cantori” della Cappella Musicale del Duomo di Milano; è inoltre docente presso il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra. Ha inciso per le etichette Carrara, Motette e B.A.M., operando nel contempo anche come direttore, compositore e pubblicista. In qualità di docente ospite, in particolare presso i Conservatori di Bologna e Cagliari, ha tenuto svariate masterclass sull’interpretazione della letteratura organistica romantica e del ‘900. Già vice organista del Duomo di Milano dal 1998 al 2004, dal Gennaio 2005 è titolare ai grandi organi dell’insigne Cattedrale milanese. Risonanza mondiale ha avuto la sua collaborazione con Andrea Bocelli il giorno di Pasqua 2020 per la realizzazione del concerto Music for Hope in diretta streaming dal Duomo di Milano, ritenuto dalla testata americana Variety il “più importante evento culturale durante la pandemia di COVID 19”. Nel 2022 è stato nominato Direttore Artistico Onorario dell’Accademia Romana César Franck.

PROGRAMMA:

Johann Seb. BACH (1685 – 1750)
Preludio e fuga in La maggiore BWV 53
Preludio al corale “Wachet auf, ruft uns die stimme” BWV 645

Felix MENDELSSOHN (1809 – 1847)
Preludio e fuga in Sol maggiore op.37 n°2

César – Auguste FRANCK (1822 – 1890)
Pastorale op.19

Alexandre GUILMANT (1837 – 1911)
Offertoire sur deux Noëls  op.19

Marco Enrico BOSSI (1861 – 1925)
Noël op.94 n° 2
Stunde der freude – Hora Gaudiosa  op.132 n° 5

Pietro Alessandro YON (1886 – 1943)
Pastorale Gesù bambino (Jesu Redemptor)
Prelude – Pastorale Dies est laetitiae


Prossimi appuntamenti:

Mercoledì 31 gennaio 2024
M° Martino Lurani

Mercoledì 7 febbraio 2024
M° Davide Zanasi


L’ORGANO E TURRO: UNA STORIA LUNGA PIU’ DI 2 SECOLI
Autore: Fratelli Costamagna, famiglia di organari attivi fino agli anni ’70 in via Pasteur.

Inaugurazione: 30 marzo 1958

Il primo organo a Turro di cui si hanno notizie risalirebbe al 1805 ed è stato voluto dal parroco Don Anelli. Successivamente viene sostituito da un altro strumento, inaugurato il 14 agosto 1892, quando è parroco Don Sesia. Questi due strumenti erano posti in cantoria sopra il portone d’ingresso fino a quando, nel 1958 dopo i lavori di ampliamento della chiesa che portano all’aspetto attuale, vengono smontati definitivamente ma non si perdono del tutto perché parte delle canne vengono riutilizzate per il nuovo organo.
L’organo attuale vive anche degli stessi suoni che hanno accompagnato gli abitanti di Turro in oltre due secoli di storia.

Il recente restauro ha comportato una pulizia completa dello strumento, la sostituzione dei motori, il restauro dei mantici, la sostituzione di tutte le pelli consunte, l’aggiunta di 3 file di canne, delle campane tubolari e la sostituzione della vecchia trasmissione elettrica ormai inaffidabile: grazie all’inserimento della nuova trasmissione elettronica è stato possibile aggiungere una terza tastiera alla consolle originale e vari registri in derivazione e funzionalità per arricchire la sonorità dello strumento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potresti leggere anche: