Christmas Outreach nelle Filippine

Christmas Outreach nelle Filippine

Nelle Filippine, il 16 dicembre è sempre un giorno speciale perché segna l’inizio dei nove giorni di preparazione al Natale in cui una santa Messa in onore della Vergine Maria si celebra al mattino presto, tanto presto da terminare prima del sorgere del sole. È generalmente chiamata Simbang Gabi (Messa nella notte) o Messa del Gallo perché inizia all’ora che il gallo canta, di solito alle 4:00 o 4:30 del mattino. È una tradizione molto sentita dai filippini che, volentieri, si alzano presto e già poco dopo le tre del mattino sono in chiesa “a prendere il posto”, sicuri che il loro sacrificio quotidiano, per intercessione della Vergine Maria, gli frutterà la grazia che in questi giorni invocano in modo particolare dal Signore.
Anche nella nostra cappella celebriamo il Simbang Gabi e, di conseguenza, anche per noi Missionari Comboniani la sveglia è stata alle 3:30 per aprire il cancello d’ingresso e le porte della cappella. Per la prima volta in quest’Avvento la chiesa, il porticato antistante e tutto il giardino sono stati illuminati dalle decorazioni natalizie con grande gioia dei circa 200 fedeli che hanno partecipato alla Messa delle 4:30.

Quest’anno, però, il carattere speciale di questa giornata non è terminato con la celebrazione della santa Messa.
Invece di spegnere le luci e chiudere porte e cancello per godersi un paio d’ore di riposo prima di cominciare la giornata di lavoro, insieme ad una dozzina di collaboratori ci siamo dati da fare per risistemare le sedie sotto al porticato, posizionare microfoni ed altoparlanti, preparare 220 merende, mettere in fresco acqua e bibite ed accertarsi che l’intero programma di intrattenimento fosse pronto per l’ormai tradizionale attività di distribuzione dei pacchi di Natale a famiglie povere provenienti dalle varie baraccopoli non distanti da casa nostra. Durante i mesi di ottobre e novembre, nove dei volontari sopra citati avevano visitato varie famiglie in queste “aree residenziali informali” e ciascuno ne aveva selezionate cinque, assicurandosi che non avessero partecipato a quest’attività in anni precedenti. Ciascun nucleo famigliare doveva essere composto di due adulti e tre bambini in grado di camminare, così da poter portare a casa il regalo che avrebbero ricevuto.
I primi ospiti hanno cominciato ad arrivare alle otto del mattino, ma il programma di musica e giochi per piccoli e grandi è cominciato un’ora dopo. A metà mattina c’è stata la distribuzione di bibite e merenda (una porzione di riso con stufato di pollo e maiale, più una banana) che tutti hanno gustato con gran soddisfazione! Dopodiché, i nuclei famigliari sono stati chiamati uno a uno per ritirare il loro pacco dono (due grandi borse abbastanza pesanti, con generi alimentari e vestiti, più due pacchi di riso da 5Kg) e ritornare a casa. Tutti sono partiti con il sorriso sulle labbra, contenti che quest’anno potranno celebrare il Natale in modo più dignitoso del solito!
Per gli organizzatori, la lunga mattinata è terminata facendo pulizia in tutti gli ambienti, lavando padelle e rimettendo in ordine le sedie e le altre cose usate. Finalmente, prima di mezzogiorno anche Comboniani e volontari si sono seduti a tavola per pranzare con riso e stufato di carne, contenti di aver portato a termine con successo questa iniziativa chiamata “Christmas Outreach 2023”.

Con gioia condivido con voi alcune immagini di questa giornata, con l’augurio che la Buona Notizia che il Signore, ancora una volta, viene a far parte della nostra vita ci riempia il cuore di gioia!
Buon Natale Felice Anno Nuovo!

Fratel Fabio Patt, MCCJ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potresti leggere anche: